ISOLAMENTO TETTO E SOTTOTETTO

Il tetto e il sottotetto rappresentano le zone con la criticità più elevata per le dispersioni dell’edificio. Studi effettuati hanno stimato che 20/25 cm di isolamento termico del sottotetto o del tetto con fibra di cellulosa riducono di 35/40% (oltre 10/12 volte) la dispersione termica di tutta la casa, offrendo un effettivo risparmio energetico.

Per la particolare natura della stratificazione dell’aria all’interno dell’abitazione, la zona con maggiore concentrazione di calore è quella del soffitto. Pertanto, se consideriamo che i solai marcapiano e la copertura del tetto (se non isolati) permettono all’energia termica dell’abitazione di disperdersi migrando attraverso di essi, avremmo:

in inverno: dispersioni termiche, poiché la migrazione di calore attraverso il solaio verso il sottotetto aumenterà i costi del riscaldamento energetico;

in estate: peggioramento del comfort abitativo, dovuto alla migrazione del calore attraverso i solai dell’abitazione, e quando presente, aumento dei costi della climatizzazione estiva.

in inverno: dispersioni termiche, poiché la migrazione di calore attraverso il solaio verso il sottotetto aumenterà i costi del riscaldamento energetico;

in estate: peggioramento del comfort abitativo, dovuto alla migrazione del calore attraverso i solai dell’abitazione, e quando presente, aumento dei costi della climatizzazione estiva.

L’isolamento del tetto e del sottotetto, ove possibile, risulta fondamentale per il miglioramento dell’efficienza energetica dell’edificio, in particolare delle abitazioni situate all’ultimo piano o sottotetto, consentendo di risparmiare sui costi per il riscaldamento e il raffrescamento.

La naturale leggerezza della fibra di cellulosa ed il sistema di posa per insufflaggio garantiscono la possibilità di applicazione su qualsiasi tipologia di costruzione, come sottotetti non praticabili, a muricci, senza accesso diretto, solai leggeri ed in camorcanna, tetti in legno.

TETTI

I fiocchi di cellulosa sono un’ottima soluzione per i tetti.
La copertura del tetto è una superficie ampia e bloccare il calore in uscita d’inverno ed in entrata d’estate rappresenta una fonte di grande risparmio e benessere.

Per i tetti possiamo intervenire in 3 modi:

  • Per i tetti in legno con intercapedine
    Inserendo uno strato di fiocchi di cellulosa all’interno della struttura portante (vedi immagine);
  • Nei tetti con travetti a vista
    Realizzando una chiusura nella parte inferiore con perlinato o cartongesso e successivamente insufflando i fiocchi di cellulosa;
  • Sulle mansarde
    Realizzando un controsoffitto in cartongesso ed insufflando.

SOTTOTETTI

I fiocchi di cellulosa hanno una capacità termica eccellente che limita le dispersioni invernali e consente anche l’isolamento dal caldo estivo, migliorando il comfort ambientale.

In caso di condizioni favorevoli, l’intervento di isolamento è semplice, rapido ed economico. A seconda della praticabilità del sottotetto e delle esigenze del cliente, possono essere applicate soluzioni diverse. Per i sottotetti è possibile valutare due tipologie di realizzazione:

Posa diretta sul solaio
L’insufflaggio è possibile quando il sottotetto è normalmente poco accessibile, non calpestabile e/o inutilizzato. Inoltre, su richiesta, è possibile prevedere camminamenti per accedere facilmente a botole, antenne, linee vita antenna e punti luce.

Posa su assito calpestabile
Quando la superficie deve prevedere l’accessibilità pedonale e l’utilizzo, può essere realizzata una struttura composta da travetti portanti coperti con delle pannellature o con del tavolato.